Capelli d’estate: i tagli giusti del 2017

i tagli giusti del 2017

Inizia a fare caldo, le giornate si sono fatte più lunghe e nelle località di mare la gente comincia già a scendere in spiaggia: l’estate sta decisamente arrivando e con essa tutto quel desiderio di cambiare qualcosa del proprio look, magari iniziando dalla testa e dai capelli, che proprio durante la bella stagione possono essere il punto di partenza ideale per dare libero sfogo alla propria fantasia. Siete alla ricerca del taglio giusto per l’estate 2017? Ecco qualche consiglio per voi.

Per prima cosa bisogna sottolineare che per questa estate le parole d’ordine lanciate da più famosi e quotati hair stylist nel mondo sono principalmente tre: libertà, movimento e volume. Troppo complicato unire questi tre “diktat” con le esigenze – e le difficoltà – tipiche della bella stagione? Non necessariamente.

I tagli 2017 dovranno quindi disegnare i contorni del viso, con frangette appena accennate ma anche abbastanza lunghe da divenire il vero punto di interesse delle acconciature; o con preziose colorazioni che già da sole potrebbero apparire come un accessorio pronto per essere sfoggiato.

capelliQuesti nuovissimi hair look esalteranno il movimento, le ciocche si scomporranno in piena libertà, ma anche con la massima sobrietà.

E poi non bisogna dimenticare che, anche se avete preso spunto dall’hair look di una star, basta mettere mano agli equilibri: si riesce ad ottenere personalizzazioni anche spinte su qualsiasi soluzione.

Gli anni ottanta sono l’ovvio punto di riferimento per questo 2017, ma con una chiara reinterpretazione in chiave attuale, con dei tagli all’insegna della leggerezza e della femminilità, un vero e proprio portabandiera del fascino di trenta anni fa che si rinnova nei giorni nostri.

I carré grintosi e abbastanza corti, i mules, i bob, si animeranno di geometrie e linee mai sperimentate prima, piene di dinamismo e che si movimenteranno grazie a scalature, finish e tagli del tipo “glunge”, che sembreranno dettati dal caso, e che, invece, saranno il frutto di un abile studio finalizzato alla valorizzazione del viso per un look sempre più chic.

Per quanto riguarda i tagli medi, gli esperti ci propongono invece lo swag, una via di mezzo tra il wild e lo shag, con un mood tipo rock-punk, ed i lob si animeranno con una scalatura abbastanza profonda, ma non esagerata, e con le frangette, dentelée e lunghe.

Ma anche il corto si fa più grintoso, il suo volume diventa pieno e sfilato con un taglio vistosamente asimmetrico e anche pienamente strutturato.

Le onde con il loro volume alto e morbido, o anche che si appiattisce sulla nuca aggiungeranno enfasi al taglio corto, abbinando una versatilità tutta nuova a questo styling.

Ed i tagli boyish? Saranno dei bei tagli sfumati ed accessoriati da frangette che, quando serva, si possono trasformare in grandissimi ciuffi!

I lunghi saranno invece caratterizzati da belle scalature e con una morbida ovalizzazione introno al volto a sottolinearne i contorni e per generare del movimento, per creare leggerezza.

Effetti sauvage potranno segnare il ritorno alla natura con delle palette sofisticate, e, magari, dei seducenti raccolti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*