Cellulite: cibi si e cibi no

cellulite

La prova costume si sta avvicinando e quindi non si può non parlare di lei: la tanto odiata cellulite.

La cellulite non ha pietà e tocca tutti. Uomini, donne, giovani, anziani, magri e grossi.

Pensate che una statistica ha rilevato che ben il 90% delle donne ha la cellulite, questo antipatico inestetismo della pelle.

L’ origine della cellulite è un problema del microcircolo del tessuto sottocutaneo che è favorito maggiormente in caso di cattive abitudini alimentari, sedentarietà, fumo e aspetti genetici.

Si dice che mal comune mezzo gaudio ma care donne non bisogna arrendersi perché la vittoria contro la cellulite è dura ma non impossibile.

La cura principale parte dalla tavola. Noi siamo quello che mangiamo e anche in questo caso quello che mangiamo diventa di vitale importanza. Ci sono infatti cibi che per i loro nutrienti favoriscono l’ insorgere della cellulite o che al contrario favoriscono ed aiutano nella lotta contro quest’ ultima.

Ma quali sono? Siete curiose di scoprirlo? Continuate a leggere. Cominciamo con i cibi a semaforo verde, ovvero i cibi si.

  • Ciliegie. Ricche di vitamina C proteggono i capillari.
  • Carciofo. Aiutano nella funzione drenante e quindi agevolano la giusta circolazione. Perfetto quindi per eliminare l’ acqua in eccesso.
  • Sardine. Con gli omega 3 perfetta per ridurre l’ infiammazione e le tossine nel corpo.
  • Tè bianco. Perfetto per stimolare la produzione di collagene.

Ecco invece i cibi con semaforo rosso e quindi da limitare o addirittura eliminare.

  • Insaccati. Per quanto buoni favoriscono molto la ritenzione idrica.
  • Snack. Ricchi di conservanti e favoriscono l’ accumulo di liquidi.
  • Alcolici. Rallenta l’ eliminazione delle tossine.
  • Salse. Grassi saturi che fanno più male che bene.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*