Come scegliere il reggiseno

scegliere reggiseno

Uno degli accessori più necessari per una donna è il reggiseno.

Il reggiseno giusto può essere un vero alleato per la femminilità, e dall’ altra parte se scelto sbagliato può essere un vero tallone d’ Achille.

Vediamo insieme quali sono i principi da seguire per fare un acquisto azzeccato.

Innanzitutto procediamo sul capire la taglia corretta.

Le taglie infatti a volte possono essere un rebus matematico: taglia 2, taglia 3, coppa b, coppa c, circonferenza 85, taglia 34. Insomma non è cosi scontato come sembra.

Quasi tutti i negozi di intimo adottano come indicazione di taglie un numero che va da1 a 5 solitamente. Al lato del numero poi può essere aggiunta una lettera per indicare la tipologia di coppa: A seno scarso, B seno medio e C seno abbondante. Per alcuni marchi stranieri, specialmente quelli americani, invece le taglie sono solamente numeriche ed equivalgono alle stesse taglie dei vestiti.

Poi una volta capita la taglia è importante capire anche il modello adatto alla struttura fisica.

  • Reggiseno classico con ferretto. Sta bene a tutte in quanto modella e sostiene.
  • Balconcino o push-up. Ottimo per chi ha un seno scarso o medio.
  • Triangolo. Per chi ha un seno B, ovvero medio. Perfetto per indossare vestiti particolarmente scollati.
  • Sportivo. Non è molto sexy ma è perfetto per chi ha un seno molto abbondante e comunque altamente necessario per chi fa sport in quanto è il modello che sostiene maggiormente.

Come vedete le regole sono poche ma fondamentali. Lo so sembrano scontate ma da recenti ricerche statistiche è stato riscontrato che molte donne non utilizzano il reggiseno corretto portando cosi oltre a inconvenienti estetici anche a problemi fisici di struttura, soprattutto in caso di seno abbondante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*