Nozze per procura: cosa sono e come funzionano

Nozze per procura

Nozze per procura: quando non è possibile effettuare un matrimonio, esistono anche le autorizzazioni per procura. Ecco di cosa si tratta

Nozze per procuraNon c’è certamente nulla di più bello, per una coppia di futuri sposi, che guardarsi negli occhi e giurarsi amore eterno, come nelle favole. Ancor più bello, specialmente per chi è credente ed ha fede in Dio, scambiarsi le promesse davanti all’altare, segnando così in maniera simbolica la propria unione che verrà benedetta dal parroco e quindi accolta anche dalla comunità.

In alcuni casi, però, può accadere che si renda necessario un matrimonio un po’ diverso, una unione non del tutto ordinaria e che tra l’altro è permessa non in tutte le situazioni: stiamo parlando del caso in cui delle persone, per motivi di servizio, non possono sposarsi come in tutte le situazioni normali. Un esempio è dato dai militari in servizio che, in tempo di guerra, possono celebrare le nozze per procura.

Ma cosa sono le nozze per procura? Il matrimonio che viene celebrato in questa modalità richiede l’autorizzazione data con decreto non impugnabile emesso in camera di consiglio; nella procura devono essere indicate le generalità della persona con cui si contrae il matrimonio, ed è fatta per atto pubblico.

Non ha molto di romantico, ovviamente, ma si rende indispensabile in alcune situazioni specifiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*