Pizza Cracco: non è alternativa secondo tradizionalisti

Pizza Cracco

Pizza Cracco: non può essere considerata come una alternativa, secondo gli appassionati tradizionalisti

È una vera e propria polemica quella che è scattata di recente, dopo la pubblicizzazione della nuova pizza dello chef Carlo Cracco: pluristellato, il noto cuoco che ha di recente presentato ai clienti del suo ristorante nella Galleria Vittorio Emanuele a Milano la sua nuova idea di pizza, è stato infatti aspramente e duramente criticato da quelli che si considerano veri appassionati della pizza.

Pizza CraccoConservatori e tradizionalisti per natura molto difficilmente gli italiani apprezzerebbero la pizza di Cracco, che tra l’altro ha un costo di circa 16 euro. E così, la polemica esplode, anche sui social, non solo attraverso post e discussioni in cui appare evidente che in pochi sono d’accordo nell’assaggiare la nuova prelibatezza del cuoco, ma anche per mezzo di interviste a cuochi e pizzaioli anche di fama internazionale, che hanno espresso la loro opinione in merito.

La pizza è un prodotto di grande fama internazionale, una sorta di risorsa per gli italiani, un vanto che si porta con grande onore anche all’estero, ed è per questo che secondo i tradizionalisti non andrebbe rivisitata. Ma c’è anche chi vede la rivisitazione di Cracco come una nuova invenzione, più che come una alternativa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*